venerdý 19.10.2018  02.29
BCC, UN SECOLO DI INIZIATIVE

Gradara. Un compleanno tutto da ridere. La Banca di Credito Cooperativo di Gradara quest'anno compie i 100 anni e per festeggiare insieme a soci, clienti e cittadini ha chiamato addirittura "l'assessore" di Zelig Palmiro Cangini, alias Paolo Cevoli. Ieri mattina nella sede dell'istituto di credito il presidente Fausto Caldari, insieme al direttore generale Giovanni Lisotti e al responsabile della comunicazione Andrea De Crescentini, hanno presentato tutte le iniziative e gli eventi per il centenario. Una festa che però non poteva non tenere conto della situazione di crisi economica con cui ancora combatte il nostro territorio. "Avremmo sicuramente potuto organizzare eventi più prestigiosi e costosi - commenta il presidente della Bcc di Gradara Fausto Caldari - ma non possiamo dimenticarci della crisi e delle difficoltà che ha creato alle imprese e alle famiglie del nostro territorio. Sarà un centenario dunque in tono minore rispetto a quanto avevamo pensato ma che ci permetterà di ribadire il nostro impegno economico a sostegno del territorio e che nel 2010 ci ha visti contribuire con un milione di euro, per iniziative culturali, sportive, sanitarie e di sostegno ai giovani e allo studio".
Il 'pezzo' forte dunque è rappresentato dallo show che Cevoli terrà all'Arena della Regina di Cattolica il prossimo 16 maggio, mentre in estate, grazie al contributo della banca, Gradara potrà riabbracciare le sue armi restaurate, che verranno esposte alla Rocca in una mostra affascinante e prestigiosa. Senza contare le visite organizzate per i propri soci alle mostre di "Monet, Cezanne, e Renoir", a palazzo Sums di San Marino e di "Melozzo da Forlì", ai musei San Domenico del capoluogo forlivese. Insomma risate e cultura, con particolare attenzione ai giovani. In tal senso la Bcc sta portando avanti nelle scuole primarie e medie del territorio, tra cui Gradara, Gabicce Mare e Santa Maria delle Fabbrecce a Pesaro, il progetto "Crescere nella cooperazione". "Il nostro istituto di credito opera su due regioni, su due province, 20 comuni e lavora in un'area di 450mila abitanti - continua Caldari - Accanto alla nostra classica attività imprenditoriale, cerchiamo di svolgere anche un'attività sociale e culturale di grande rilievo per le comunità locali. Particolare attenzione rivolgiamo poi ai nostri giovani con le borse di studio "Guido Paolucci" e il premio "Giovani Talenti" perché quando fai progetti per un anno "semini il grano", se fai progetti per un decennio "pianti alberi", ma se sei in grado di fare progetti per la vita, allora stai educando i giovani".

(articolo apparso su "Il Messaggero", giovedì 17 febbraio 2011)

Vedi l'articolo originale>>



© 2018 Banca di Credito Cooperativo di Gradara, Via Mancini 21, 61012 Gradara (PU) c.f./p.iva 00131830416 - Cap. Sociale e Riserve euro 75.313.418 al 31/12/16 Reg. Imprese di Pesaro-Urbino REA 1533 Reg. Trib. N. 88 -
C.A.B. 68330.0 - ABI 8578-7 - Numero Iscrizione Albo Enti Creditizi 2680.7.0 -- Iscritta con il numero A152967 all'Albo delle SocietÓ Cooperative
Aderente al Fondo Nazionale di Garanzia (Art. 62, comma 1, decreto legislativo 23 luglio 1996, n. 415) Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo ed al Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti
- web by dagomedia