sabato 23.02.2019  07.42

Il Batlìn cala gli ormeggi a Palazzo Mancini

Donato al Comune il modellino in scala di Peter Tonti. L'opera finanziata dal Credito di Gradara

CATTOLICA - (wg) Ieri mattina, nell'ingresso di Palazzo Mancini, è avvenuta la consegna del grande modello di trabaccolo cattolichino donato dalla Banca di Credito Cooperativo di Gradara al Comune di Cattolica. L'imbarcazione è stata costruita da Peter Tonti, vulcanico ed estroverso personaggio della città che dopo aver trascorso una vita ad inventare e gestire locali allora alternativi, poi copiati da tutti, nella Cattolica anni '60 e '70, dopo essersi cimentato nell'esperienza di consigliere comunqle e di scrittore di memorie collettive locali, è ora approdato all'attività della "cantieristica in miniatura".
Affascinato dall'arte dei maestri d'ascia veri, autentica leggenda della nostra città, si dedica ora alla costruzione di modelli delle vecchie barche della nostra marineria. Il trabaccolo "Batlìn" costruito per la città, è in scala 1 a 100 e riproduce fedelmente una barca degli anni '40 appartenuta allora a Tullio Badioli, uno dei più rappresentativi pescatori del tempo. "La Banca di Credito Cooperativo di Gradara - spiega il suo presidente Fausto Caldari - ha finanziato quest'opera per farne dono al Comune. E' questo un modo per rendere onore all'attività della pesca che prima dell'avvento del turismo caratterizzava l'economia cittadina e che ancora ci rende orgogliosi. La nostra Banca che per l'esercizio del 2006 ha registrato un utile di 4.800 milioni, ha investito sul versante culturale  e sociale 550 mila euro in iniziative strettamente legate al territorio".
Questo magnifico trabaccolo di due metri, presto andrà a portare l'immagine della Regina nelle principali fiere promozionali per il turismo in Europa e sarà presente anche al Bit di Milano. Un modello un pò più piccolo sarà donato anche a Umberto Paolucci, Presidente Enit, perchè "parli" a tutti di Cattolica nel suo ufficio ministeriale di Roma.

(articolo apparso su "La Voce", venerdì 12 gennaio 2007)

Vedi l'articolo originale>>



© 2019 Banca di Credito Cooperativo di Gradara, Via Mancini 21, 61012 Gradara (PU) c.f./p.iva 00131830416 - Cap. Sociale e Riserve al 31.12.2017 - Euro 78.566.454 Reg. Imprese di Pesaro-Urbino REA 1533 Reg. Trib. N. 88 - Iscritta all'Albo delle banche e aderente al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea iscritto all'Albo dei Gruppi Bancari con capogruppo Iccrea Banca S.p.A., che ne esercita la direzione e il coordinamento -
C.A.B. 68330.0 - ABI 8578-7 - Numero Iscrizione Albo Enti Creditizi 2680.7.0 -- Iscritta con il numero A152967 all'Albo delle SocietÓ Cooperative
Aderente al Fondo Nazionale di Garanzia (Art. 62, comma 1, decreto legislativo 23 luglio 1996, n. 415) Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo ed al Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti
- web by dagomedia